telefono Chiamaci  (+39) 06 56556496      email info @ asitaly.org      

VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE

rumore

Il rumore negli ambienti di lavoro è ormai diventato uno dei problemi più importanti tra quelli compresi nell’igiene del lavoro. Ai fini della valutazione del rischio nei luoghi di lavoro il rumore è un suono, solitamente sgradevole all’orecchio umano, che per le sue caratteristiche di intensità e durata può recare danno. La continua meccanizzazione della produzione con l’introduzione di processi tecnologici continui ha portato al moltiplicarsi delle fonti di rumore ed un aumento della percentuale di lavoratori esposti a questo fattore di rischio. I danni, le cui cause possono essere ricercate in un’eccessiva esposizione ad ambienti rumorosi, possono essere classificati in tre categorie: danno uditivo, prodotto dal livello di rumore e/o dal tempo di esposizione e/o dalla suscettibilità individuale e/o infine dal tipo di rumore (continuo o impulsivo), da origine all’ipoacusia (effetto dell’esposizione cronica a rumore con intensità uguale o superiore a 80 dB(A)) o perdita/riduzione di udito derivante da esposizione al rumore. danni extra uditivi: a carico degli apparati cardiocircolatorio, respiratorio, riproduttivo, endocrino, visivo, nervoso e/o gastrointestinale. danni da reazione psicologica con difficoltà di concentrazione, affaticamento mentale, insonnia e depressione, con tutte le conseguenze che queste patologie comportano.

Siamo dotati di adeguata strumentazione certificata e competenza per poter svolgere campagne di valutazione e suggerire eventuali azioni di mitigazione minimizzando l'impatto delle stesse.

 

CONTATTACI